I luoghi della memoria - Le storie, le persone, i sentieri

Scheda escursione

ASSOCIAZIONE ESCURSIONISTICA

“Gente in Aspromonte”

FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO

Domenica 18 Ottobre

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2009

"SUI SENTIERI DELLE PIETRE"

MASSO GROSSO

 

Escursione articolata nell’alto Aspromonte settentrionale tra il Masso Grosso ed i pianori di Pietra Salva. Avvertire le magiche atmosfere segrete delle faggete aspromontane, vestite dei colori autunnali ed ammirare diverse cime identiche e ravvicinate ma con differenze altimetriche che fanno da spartiacque con lo Jonio.

ITINERARIO NATURALISTICO – PANORAMICO – AD ANELLO

Possono partecipare gli escursionisti, i singoli sodalizi che si riconoscono negli scopi dell’associazione.

Raduno: ore 9,30 piani di Carmelia (Delianuova)

Partenza escursione: ore 10,00

Come arrivare: Dall’autostrada A3 uscire a Bagnara e proseguire in direzione Delianuova e poi verso la montagna. Dalla jonica risalire la provinciale che da Locri porta a Gerace quindi allo Zomaro e poi proseguire verso Zervò ed i Piani di Carmelia.


 

TEMPO ORE:  6.00
DISLIVELLO: 1321 s.l.m. - 1669 s.l.m.  
DIFFICOLTA’:  E. Escursionistico
COMUNI INTERESSATI: Delianuova
 Image  Image
Modalità di iscrizione:

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina e tramite e-mail è riservata esclusivamente ai soci. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione possono chiedere di partecipare alle iniziative, escursioni comprese, telefonando al numero 348.8134091 (non oltre  i due giorni antecedenti l'evento).

Descrizione del sentiero:
L’escursione ha inizio nell’area attrezzata a pic-nic ubicata nei piani di Carmelia (1300 m. s.l.m.), nel comune di Delianuova. Questa è un’area di notevole interesse non solo per le genti del versante tirrenico ma anche per i residenti del versante ionico. Ciò è possibile grazie alla bretella che collega la località Bivio di Mastrangelo (da non confondere con Portella Mastrangelo che è ubicata alcune centinaia di metri verso Montalto). Nell’area attrezzata Carmelia è presente anche una chiesetta dedicata a S. Maria della Salute.
L’escursione inizia seguendo una sterrata detta della “Melia”che tra faggi maestosi si snoda pianeggiante; attraversiamo una serie di valloni come il Caccamo, il Mignotta e l’acqua del Fago.
In corrispondenza del vallone Mignatta, che si attraversa su un ponticello ad arco circolare in muratura, il percorso tocca il suo minimo di quota, ovvero 1240 m. s.l.m..
Superato il vallone giungiamo ai Massi Grossi o Pietra Salva, siti in una modesta radura dominata da alberi di pino: la formazione rocciosa è scalabile e rappresenta un notevole punto per osservazioni panoramiche.
Dopo circa un’ora e mezza (a circa 4700 m dal punto di partenza) giungiamo ad una biforcazione; prendiamo il ramo di sx e procediamo su un tratto selciato tra pini.
Attraversiamo una serie di valloncelli che confluiscono nel “Fosso Nocito” e giungiamo, quindi alla biforcazione successiva (quota 1350 m) in cui lasciamo la pista principale e prendiamo a sx.
Inizia così il tratto che ci porta a salire di quota.
Oltrepassiamo la località “La Guardiola” e, procedendo sempre in salita, giungiamo ad un’altra biforcazione (quota 1420 m); prendiamo il ramo di sx e seguiamo la sterrata quasi pianeggiante.
Attraversiamo un valloncello e quindi giungiamo ad un bivio e prendendo a sx riprendiamo la salita.
Percorsi alcuni tornanti in cui certi tratti sono pavimentati con pietrame (segno evidente dell’importanza che dette vie, conosciute con il nome di “strada dei monti Cannavi”, rivestivano nel passato), giungiamo finalmente, dopo circa un’ora e mezza di salita, sullo spartiacque dei Monti Cannavi, poco a valle del “Piano Tabaccari” .
Qui abbandoniamo la pista e seguiamo lo spartiacque; lasciamo alle spalle il Montalto e procediamo verso “Pietra Tagliata”. Il panorama è unico: da un lato il versante ionico con i suoi complessi rocciosi e le vallate profonde ed infine il mare, dall’altra parte il lussureggiante tirreno.
I colori naturalmente sono quelli tipici autunnali: in questo tratto il percorso ha il suo massimo, 1740 m. s.l.m..
Il dislivello superato è di 440 m. circa; ci lasciamo alle spalle Pietra Tagliata e percorriamo ancora il sentiero sullo spartiacque finché giunti ad una bivio prendiamo a sx e cominciamo la discesa percorrendo la “Strada dei Monti Cannavi”.
Attraversiamo una pregevole faggeta e scendendo sempre verso valle giungiamo al punto di partenza, nell’area di pic-nic Carmelia. La lunghezza complessiva del percorso è di circa 11.900 m.

Nel corso del tempo

  • 1996
  • 1997
  • 1998
  • 1999
  • 2000
  • 2001
  • 2002
  • 2003
  • 2004
  • 2005
  • 2006
  • 2007
  • 2008
  • 2009
  • 2010
  • 2011
  • 2012
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016
  • 2017
  • 2018
  • 2019
  • sld_1
  • sld_2
  • sld_3
  • sld_4
  • sld_5
  • sld_6
  • sld_7
  • sld_8
  • sld_9
  • sld_10

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.