I luoghi della memoria - Le storie, le persone, i sentieri

Scheda escursione

ASSOCIAZIONE ESCURSIONISTICA

“Gente in Aspromonte”

FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO

Domenica 15 Novembre

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2009

"SUI SENTIERI DELLE PIETRE"

ROCCHE DI PRASTARA'

 

Escursione semplice in un ambiente di grande valenza naturalistica a breve distanza dalla rocca di Pentadattilo. Particolare effetto paesaggistico dei monoliti disseminati nel giro di pochi chilometri e caratterizzati da svariate forme e dimensioni a causa dell’erosione. Caverne e cunicoli in parte naturali sembra siano stati utilizzati sin dal Neolitico.

ITINERARIO NATURALISTICO – STORICO – AD ANELLO

Possono partecipare gli escursionisti, i singoli sodalizi che si riconoscono negli scopi dell’associazione.

Raduno: Ore 9,45 SS106 - Svincolo Montebello Jonico


Partenza escursione: Ore 10,30

Come arrivare: Percorrendo la statale 106 arrivare allo svincolo di Motebello Jonico.


 

TEMPO ORE:  4.00
DISLIVELLO: 210 s.l.m. - 505 s.l.m.  
DIFFICOLTA’:  E. Escursionistico
COMUNI INTERESSATI:  Montebello Jonico
 Image  Image
Modalità di iscrizione:

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina e tramite e-mail è riservata esclusivamente ai soci. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione possono chiedere di partecipare alle iniziative, escursioni comprese, telefonando al numero 348.8134091 (non oltre  i due giorni antecedenti l'evento).

Descrizione del sentiero:
Dal luogo del raduno si procede in auto lungo la strada provinciale “Montebello Ionio – Fossato Ionio” e dopo circa  10 minuti si raggiunge la statua dedicata ad Edward Lear, il famoso  paesaggista e viaggiatore inglese autore dei “Diari di un viaggio a piedi in Calabria e nel Regno di Napoli”.
Lasciate le auto si prosegue a piedi su una strada in terra battuta che porta, dopo circa 30 minuti di cammino, alle Rocche di Prastarà: queste formazioni rocciose, che assumono una colorazione bianco giallastra e forma di monoliti giganteschi, si presentano come contrafforti naturali che fungono da contraltare alla rupe di Pentadattilo, che si staglia sul versante opposto della fiumara.
Il sito di Prastarà viene indicato come uno dei più importanti siti storici e archeologici del comune di Montebello Jonico: qui sono stati ritrovati reperti archeologici, risalenti all’età del bronzo, nel periodo compreso tra il 2200 e il 900 a.C.; inoltre sono stati rinvenuti pezzi di vasi in terracotta con vere incisioni dette a “dente di cane”, frammenti di punta di lancia in ossidiana per la caccia degli animali, frammenti di utensili in ossidiana che servivano per scuoiare le pelli.
Tra queste formazioni rocciose si ritrova una grande spelonca, detta volgarmente “La caverna dei Ladri”, dove sono stati rinvenuti utensili e suppellettili da cucina e altro materiale di epoca antica: questi ritrovamenti sembrano confermare il carattere eremitico e anacoretico del sito, riconducibile al fenomeno del monachesimo basiliano dei primi secoli.
Dopo la visita alle Rocche si riprende la sterrata in lieve salita: da qui lungo il percorso è possibile ammirare sulla sinistra il panorama dello stretto di Messina e, sullo sfondo, la bella veduta dell’Etna, mentre sull’altro costone si vedono le maestose  Rocche di Pentidattilo.
Si prosegue costeggiando dei muri a secco fino a giungere all’edicola rurale dedicata ai Santi Cosma e Damiano; si superano alcuni insediamenti di piccole case (Prumbaca e Liano) fino ad arrivare all’abitato di Masella, frazione di Montebello.
Si attraversa l’abitato, passando davanti alla Chiesa principale del paese, e dopo un breve tratto si giunge alla contrada Monica; da qui il percorso consente interessanti e panoramici affacci sulla Fiumara di Montebello e ci conduce in lieve declivio fino al punto di partenza dell’escursione.
Il pomeriggio sarà dedicato alla visita del borgo antico di Pentidattilo: da qui la vista può spaziare sul mar Jonio, che fa da sfondo al massiccio di roccia di Penta Dattilos, che si innalza per circa duecento metri quasi in verticale, con la caratteristica delle cinque cime di varia altezza a forma di cinque dita rivolte verso l’alto.
 

Nel corso del tempo

  • 1996
  • 1997
  • 1998
  • 1999
  • 2000
  • 2001
  • 2002
  • 2003
  • 2004
  • 2005
  • 2006
  • 2007
  • 2008
  • 2009
  • 2010
  • 2011
  • 2012
  • 2013
  • 2014
  • 2015
  • 2016
  • 2017
  • 2018
  • 2019
  • sld_1
  • sld_2
  • sld_3
  • sld_4
  • sld_5
  • sld_6
  • sld_7
  • sld_8
  • sld_9
  • sld_10

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.