Domenica 1 Marzo

 

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2015

"MULINI - FRANTOI - PALMENTI"

 

I palmenti di Monte Varet
 
ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO AD ANELLO
 
Il percorso scelto per questa tranquilla escursione, si snoda nell'area collinare del paese di Casignana, toccando siti di interesse naturalistico e storico esistenti tra Monte Varet e i Pianori di Campolico. Qui le rocce strapiombati sul torrente Butramo, gli ampi terrazzamenti, i sentieri e le strade panoramiche che si susseguono, con la forte macchia di rovere e la caratteristica macchia mediterranea, sono tra gli ambienti più incantevoli che la natura abbia voluto regalarci.
 

RADUNO: ore 9.30 piazza Municipio a Casignana, si prosegue per Monte Varet (3 Km)

PARTENZA ESCURSIONE: ore 10.15

 
DIFFICOLTA': E - Escursionistico
TEMPO: Ore 6
DISLIVELLO: 470 slm - 740 slm
COMUNI INTERESSATI: Casignana, S.Agata del Bianco
 
Come arrivare:
 

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 
 

Da piazza Municipio si proseguirà in macchina seguendo le indicazioni stradali in direzione “AREA PIC-NIC VARET”, fino ad arrivare al rifugio “Bongiorno”, luogo di partenza dell’escursione.

DESCRIZIONE SENTIERO

Si parte dal rifugio “Bongiorno” seguendo un viottolo tra le rocce; arrivati al vallone “Saitta”, (la valle sottostante è denominata Stalle) lo si attraversa e, salendo fra massi di arenaria, incrociamo una condotta dell’acqua potabile. Da qui proseguiamo sempre in salita fino alla C.da “Marcatu du  Porcariu” e, dopo qualche minuto, giungiamo ai piani di “Gianvittorio”, terrazza naturale che sovrasta la valle della fiumara Bonamico; attraversiamo una piccola pineta costellata di piante di cardi,  fino ad incrociare una pista in terra battuta.

Al bivio (segnavia dx) seguiamo la sterrata tra le querce, che ci porta ai “Piani du Pracusu” e, dopo qualche metro, ad un grande masso di arenaria (Puntuni du Zonu) posto a strapiombo sulla valle sottostante (Valle Zonu). Da qui la vista può spaziare a 360°, consentendo di godere di un panorama mozzafiato ( fiumara Bonamico – innesto affluente Butramo – Valle delle Grandi Pietre e tutta la dorsale dello Zomaro).

Dopo l’obbligatoria breve sosta per ammirare il panorama, proseguiremo in salita, seguendo un viottolo tra sculture arboree “crapigne”, fino ad arrivare ad un ripetitore TV; da qui, lambendo lo strapiombo che sovrasta il Butramo, e camminando su un masso compatto di arenaria (Area di Prachi), incontriamo una sterrata che ci porta alla strada che conduce al Casello “Varet”, svoltiamo a dx e, superato il “Vallone du Surici”, dopo alcuni minuti arriveremo all’area Pic-Nic (C.da Biveri) dove vi è la possibilità di rifornirsi di acqua potabile.

Ripartendo incontriamo una grande quercia (segnale dx), giriamo a sn., salendo in un canalone, fino ad arrivare ad un palmento a due vasche; proseguendo attraversiamo un piccolo torrente ed incontriamo il 2° palmento (piccolo monovasca).

Proseguiamo fra le querce e, prendendo una stradella in salita a sn., arriviamo ad un pianoro (Fossa di Grigliari) dove predominano asfodeli, rose d’inverno, querce e lecci e vi è un piccolo palmento monovasca; ritornando indietro di qualche metro, troviamo un secondo palmento.

Scendiamo poi, costeggiando per qualche metro un torrentello, poi, seguendo un viottolo a sn. tra le querce, arriviamo ad un poggio alberato (Piano di “Farmeni”); da qui proseguiamo seguendo la strada asfaltata fino al cancello.

Lasciati i piani di “Varet”, entriamo nell’area amministrata dal Comune di S. Agata del Bianco e, seguendo una sterrata, incontriamo una fontanella “Acqua da Praca”, procediamo costeggiando una recinzione metallica fino ad incontrare una seconda fontanella “Acqua du Mirigliu”. Aggirata la recinzione, proseguiamo in discesa a sn. tra le piante di leccio, fino ad incrociare un torrentello “Vallone Simuni”, lo attraversiamo e dopo poco arriviamo al Passo “du Cavaleri” e quindi ad un punto panoramico dal quale si possono scorgere le tumultuose acque del Butramo.

Saliamo seguendo il segnavia a sn. per breve tratto, poi scendiamo a dx. incrociando il vallone “da Viti”, qui il sentiero si fa stretto e sdrucciolevole e bisogna prestare attenzione. Proseguiamo, seguendo i segnavia, tra salite e discese in uno stupendo bosco di leccio, fino ad arrivare in C.da “Zifrò” dove, superato un torrentello, vi è un enorme roccia di arenaria e quindi la fontana di “Zifrò”.

Saliamo poi a sn e, dopo alcuni minuti, arriviamo ad un pianoro”C.da li Gudici”, dove prendiamo una sterrata che ci conduce alla C.da “Minosciu”; scendendo, dopo un breve tratto, arriviamo ad una presa per l’acqua “C.da Zimbi i Cicciaregliu”. Continuiamo in discesa e, dopo 500 metri, salendo a sn,  incrociamo il bivio “C.da Due Arie”, che porta all’altopiano di Campolico.

Al bivio giriamo a sn , seguendo la strada per circa 2 Km., fino al Casello Forestale di Campolico. Qui faremo una breve pausa per il pranzo, e quindi proseguiremo per il villaggio Campolico; poi, seguendo la strada per circa 2,5 Km., incontreremo un bivio, dove svolteremo a sn. , prendendo una sterrata tra i campi coltivati.      

Arrivati ad un cancello, seguiamo i segnavia andando a dx e costeggiando una recinzione, fino ad incrociare un viottolo (Passu i Cola i Lupu”, dove si scende, lasciando a dx una grande roccia, fino alla recinzione in filo spinato. Attraversatola, si continua tra le querce, fino al segnavia (oleastro), continuando in discesa sul crinale (Serru Rovettu), fino ad incrociare la strada rotabile che ci riporterà al punto di partenza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.