header esc

16 Ottobre 2016

DAL PROGRAMMA ESCURSIONI 2016

"RIFUGI E BIVACCHI... UNA PIACEVOLE SOSTA"

RIFUGI E BIVACCHI DI BASILICO'

ITINERARIO NATURALISTICO - PANORAMICO - STORICO AD ANELLO

Bellissima escursione lungo un itinerario abbastanza frequentato, che tocca numerosi baite e rifugi intorno a Gambarie. Dal rifugio di Basilicò ci porteremo ai 1120 metri di quota in cui si trova il rifugio Marrappà. Pochi conoscono questo stralcio di natura, preziosa per la biodiversità dell’intera nazione. Dal 2005, proprio per questo, è stato dislocato, presso il suddetto rifugio, il Centro Studi per la quercia farnetto. Da qui, lungo un agevole sentiero di mezza costa, sempre immerso tra i boschi, si arriva alle baite della Fragolara.

s trekkingRADUNO: ore 9.30 presso porta Basilicò - Fontana Tre Aie Gambarie

PARTENZA ESCURSIONE: ore 10.00

DIFFICOLTA': E - Escursionistico  -  TEMPO: Ore 5.00

COMUNI INTERESSATI: Reggio Calabria

DISLIVELLO: 1330 slm - 1120 slm

L'iscrizione alle escursioni tramite il link presente in questa pagina è riservata esclusivamente ai soci e deve essere effettuata entro le ore 24 del venerdì antecedente. I simpatizzanti e coloro che ancora non sono iscritti all'associazione (ospiti) non possono partecipare alle escursioni di tipologia E.E. (Escursionisti esperti). Per tutte le altre tipologia di escursioni si deve esibire la dichiarazione liberatoria. Per ogni ulteriore informazione, si prega di contattare il Direttivo oppure inviare una e-mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

COSA BISOGNA SAPERE

Un grande portale in legno indica l’ingresso del centro turistico di Basilicò, un villaggio in gran parte dell’Azienda forestale regionale, Afor, oggi Calabria Verde e in parte dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversita’, UTB, del Corpo Forestale dello Stato di Reggio Calabria.

Monte Basilicò è una delle più belle cime dell’Aspromonte che svetta alta e compatta tra le nuvole a 1740 mt ed è stata definita “la montagna infinita” forse per la ricchezza della vegetazione.

Oggi, queste zone sono diventate accoglienti aree pic-nic, opportunamente attrezzate dal Corpo Forestale dello Stato e sono meta ogni estate di migliaia di gitanti ed escursionisti, che anche per una sola giornata le raggiungono per sfuggirealle calure estive della costa.

Uno degli aspetti più interessanti è la loro suggestiva orografia: un susseguirsi di ripiani, costoni e valloni profondicon pendici marcatamente elevate tipici dei paesaggi aspromontani e con idrografia caratterizzata da corsi d'acqua di tipo torrentizio, brevi e ripidissimi, che danno origine alle note fiumare.

 DESCRIZIONE SENTIERO

Imboccando la sterrata al centro del villaggio Basilicò si scende lungo il sentiero che ci conduce alla Grotta di San Silvestro e dopo circa 400 metri si prende la sterrata a sinistra che in pochi minuti porta alla briglia del Lago del torrente Lesti affluente della fiumara Gallico.

Superato il torrente ci immettiamo sul sentiero che affianca il costone Franchi, seguendo un giovane castagneto e con qualche breve sali e scende si arriva al bosco di Marrapà caratterizzato dalla presenza di meravigliosi esemplari di castagni e querce.

Dopo 30 minuti arriviamo alla fontana Ficarazzo da dove si possono ammirare i panorami di Santo Stefano d’Aspromonte e Mannoli a destra, e di fronte la Siciliael’ ampia vallata della Fiumara Gallico.Il sentiero prosegue immerso nella macchia mediterranea e dopo circa 10 minuti si raggiungeil villaggio di Marrappà, punto di riferimento per tante scolaresche e gruppi di boy scout.Dopo aver visitato il centro, ci immettiamo sulla sterrata verso nord, immersi in un bosco di castagni e qualche pianta di pioppo e superato il bosco del Vaccarizio, dopo pochi minuti arriviamo sui pianori del bosco di Romeo.

Il sentiero prosegue in lieve salita dentro un bosco fitto di castagni e qualche faggio e dopo circa 10 minuti si raggiunge la contrada Gurnella; superato il vallone del torrente Listri, costeggiando un tratto della strada asfaltata si arriva alle fontane della Fragolara, una bella aria di sosta per gli amanti della montagna e incrocio importante che porta verso Montalto, il Santuario di Polsi, la Diga del Menta e le cascate Maesano.

Una breve sosta prima di riprendere il sentiero che ci porta ai bivacchi della Fragolara: superata la strada asfaltata che porta a Gambarie, ci immettiamo sulla sterrata che scende verso il villaggio Basilicò e dopo 15 minuti si raggiunge la parte alta del villaggio, ancora un centinaio di metri e siamo al punto di partenza.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy

Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.